Sì alla dieta in gravidanza, ma attenzione alla malnutrizione

Mettersi a dieta, anche in gravidanza, vuol dire accettare uno schema alimentare equilibrato e vario. Niente a che vedere con digiuni e malnutrizione. Ecco a cosa stare attente.

Ci sono donne condannate ad essere perennemente a dieta che spesso, scoperta la gravidanza, si autorizzano a mangiare il doppio. In realtà le future mamme sono chiamate soltanto a mangiare meglio. Ecco i consigli per le donne incinte al fine di evitare la malnutrizione. 

Entrando nello studio di un ginecologo o in un consultorio è facile trovare manifesti e locandine che invitano le donne incinte a non lasciarsi andare in gravidanza, che le invitano cioè a non ingrassare più di un chilo al mese. Un consiglio generale che però deve tener conto della conformazione fisica della futura mamma. Una donna già in sovrappeso, che scopra di essere incinta, non deve pensare di poter ingrassare ancora 9 chili ma deve scegliere l’alimentare corretta e giusta per il nascituro.

Il controllo del peso e il fatto di avere chiaro in mente il peso ideale non è un problema delle donne fissate con la linea, è soltanto una questione di salute. Stare bene con il proprio corpo è utile alla mamma e al bambino. Come più volte ci è capitato di ripetere, non è necessario mangiare per due, è importante mangiare due volte meglio.

Il rischio è che si ricorra alle famose diete fai da te che avallano digiuni e la reiterazione di piatti poveri di calorie. Le donne incinte, in gravidanza, devono affidarsi ad uno specialista, devono lasciarsi consigliare dal ginecologo e, soprattutto nei primi tre mesi di gestazione, curare il peso senza essere troppo restrittive con se stesse. La carenza di alcune sostanze nutritive, infatti, può incidere sulla funzionalità degli organi della mamma ma anche sullo sviluppo del bambino.

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *