Mal di testa da pandemia, nuovo problema che affligge le donne

Sempre più donne, a causa della pandemia, si sono ritrovate a scoprire un nuovo mal di testa, condizione permanente nella maggior parte dei casi, ma che può essere eliminata con alcuni consigli pratici.

Gli esperti hanno evidenziato come in questo anno e mezzo alquanto complicato di pandemia siano aumentati malesseri non solo psicologici, ma proprio fisici che impediscono a molti di riuscire a vivere serenamente le proprie giornate. Diversi medici hanno notato questo svilupparsi di un nuovo tipo di mal di testa durante la pandemia che sembra coinvolgere maggiormente l’universo femminile. Può essere definito un vero e proprio mal di testa da pandemia, ma ci sono ovviamente spiegazioni evidenti che ne hanno scatenato la sua diffusione.

Le cause di questo nuovo mal di testa da pandemia

Si tratta di un mal di testa da smart working, con vere e proprie infiammazioni muscolo-tensive che si presentano maggiormente sull’organismo femminile. Il primo aspetto da tener presente è la postura scorretta o il ritrovarsi seduta per moltissime ore davanti al pc, ma a questo va aggiunta anche l’impossibilità di fare sport per alleviare le tensioni muscolari.

Con le palestre chiuse le donne non sono riuscite più a ritagliarsi uno spazio della giornata per sé, venendo risucchiate in un calderone di cose da fare tra lavoro e faccende domestiche che inevitabilmente ha contribuito all’aumento dello stress. Il mal di testa da smart working colpisce principalmente a livello muscolare e di tensione del sistema nervoso ed il fatto di ritrovarsi nella stessa posizione per molte ore, senza la possibilità di riuscire a fare sport, inevitabilmente ha peggiorato le cose. Si genera un accumulo di acido lattico con stress e pensieri vari che non agevolano di certo la situazione.

Cosa fare per risolvere il problema del mal di testa da pandemia

Il consiglio più importante per evitare che questo mal di testa da pandemia possa prendere il sopravvento sull’organismo femminile è quello di effettuare delle semplici sedute di stretching, aiutandosi anche con lo yoga. Bisogna inevitabilmente ritagliarsi un momento della giornata per fare questi semplici esercizi distensivi nei confronti dei propri muscoli.

Non bisogna stare nella stessa posizione per tantissime ore, ma provare piuttosto ad alzarsi dalla sedia e fare stretching o quattro passi in giro per casa. Quando però questo mal di testa da pandemia diventa davvero insopportabile, si può anche consultare il proprio medico di famiglia che prescriverà qualche antinfiammatorio. Se si vuole puntare su qualcosa di più naturale, può essere utile ricorrere all’arnica o all’artiglio del diavolo. Anche gli integratori di magnesio e potassio possono essere elementi utili per alleviare tale sofferenza.

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *