Via la stanchezza con i rimedi giusti

Stanchezza, debolezza o mancanza di energia possono comportare una diminuzione della capacità fisica e mentale, oltre ad un facile affaticamento.

Le cause possono essere diverse, tra cui carenze alimentari, insonnia, affaticamento dopo sforzi fisici eccessivi, convalescenza a causa di una influenza o per altre malattie infettive.

I cali energetici si possono verificare nell’ultimo trimestre di gravidanza, in menopausa, in caso di sovraffaticamento mentale e di riposo insufficiente, in seguito ad uno squilibrio fra carico e recupero.

A seconda se la stanchezza sia transitoria o persistente, i rimedi per contrastarla sono diversi. Indagare la causa alla base tramite un consulto con un medico rimane la precondizione per un trattamento ottimale.

Quando sono stress ed ansia l’origine della stanchezza, un beneficio può arrivare da alcuni cambiamenti che è possibile introdurre nel proprio stile di vita, rallentando ad esempio i ritmi, curando l’alimentazione, idratandosi adeguatamente e rinunciando a fumo e alcolici.

Capita anche di avvertire una sensazione di improvvisa stanchezza dopo pranzo e di provare il desiderio di dedicarsi ad un sonnellino pomeridiano. I cali di energia pomeridiani possono essere dovuti a numerosi fattori. È buona cosa se l’alimentazione è sana e se i pasti sono regolari.

Una buona abitudine dovrebbe essere di non saltare i pasti, anzi dovrebbero essere equilibrati così da fornire all’organismo tutta l’energia di cui ha bisogno per affrontare la giornata e, soprattutto, non dovrebbero mai essere caratterizzati da grandi abbuffate.

A volte per ricaricare le proprie energie il nostro corpo ha bisogno di riposare almeno per 7 o 8 ore a notte. Il perfetto equilibrio si ottiene andando a dormire e svegliandosi alla stessa ora tutti i giorni della settimana. Se proprio ci si sente stanchi durante la giornata, si può dedicare 15 minuti ad un breve momento di riposo rigenerante.

Se la stanchezza permane nonostante abbiamo messo in pratica delle buone norme, un valido aiuto per ritrovare le forze può arrivare da sostanze naturali.

Le ricerche scientifiche hanno mostrato come miscele di piante opportunamente selezionate tra cui Eleuterococco, Ginseng, Ginkgo, Acerola, Mirtillo, Sambuco e Mora o prodotti dell’alveare come la Pappa reale che contengono complessi molecolari costituiti da centinaia di sostanze come terpeni, xantine, antocianine, lipidi e tannini siano in grado di supportare l’organismo nei periodi di affaticamento generale.

L’interazione di queste sostanze, che è meglio se arrivano da agricoltura biologica, può incidere sui sintomi che si riscontrano durante i periodi di stanchezza fisica e mentale e può aiutare l’organismo a ritrovare slancio.

Non dobbiamo trascurare i segnali che il nostro corpo ci invia, a cui dare una risposta prendendoci cura di noi. Sicuramente le soluzioni naturali rappresentano una possibile strategia da adottare.

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *