Allenamento in casa ai tempi del Coronavirus

Con il problema alquanto serio del Coronavirus che sta coinvolgendo l’Italia, purtroppo sono state attuate diverse restrizioni per i cittadini e per gli sportivi non sarà possibile allenarsi in palestra.

Bisogna stare a casa, evitare di uscire o quantomeno farlo in solitaria ed evitare assembramenti. La quarantena forzata è doverosa per debellare questo Coronavirus, molti però non vogliono di certo rinunciare ad allenarsi, in questo caso è possibile fare alcuni esercizi comodamente a casa tutti i giorni ed evitare di stare completamente fermi. C’è da dire che non c’è il divieto per i runner, si può insomma andare a correre all’aria aperta, purché lo si faccia esclusivamente da soli ed in posti più isolati.

Come allenarsi a casa senza attrezzi

Chi non ha intenzione però di uscire nemmeno per allenarsi, può farlo tranquillamente a casa, senza necessità di dover contare su qualche attrezzo. L’allenamento a corpo libero è efficace, è inoltre un tipo di allenamento più metabolico e potrà aiutare a mantenere sempre attivi i muscoli. E’ importante allenarsi a casa almeno per mezz’ora, soprattutto se lo si fa in maniera intensa il tempo è più che abbastanza. Bisogna fare dei semplici circuiti divisi in tre blocchi, includendo una fase iniziale di riscaldamento, una fase di stretching, l’allenamento più intenso e poi di nuovo con lo stretching.

Allenamento base da fare a casa

Partiamo da un allenamento base, quello che include flessioni, chiamate in gergo push up, squat e addominali che nel cross training sono definiti sit up. Per iniziare bisogna effettuare una fase di riscaldamento che può includere trenta secondi di corsa sul posto, trenta secondi di braccia e gambe alternate saltando sempre sul posto e trenta secondi di corsa sul posto con calciata dietro. Basta ripetere questo circuito per tre volte ed il riscaldamento è avvenuto, poi sarà il caso dello stretching, da effettuare con gambe larghe e tese e poggiando la mano prima sul lato destro e poi su quello sinistro. Sempre a gambe larghe si posizionano le braccia a terra senza mai piegare le ginocchia per qualche secondo e poi portarle verso l’alto per una decina di volte.

Ora si può partire con l’allenamento in casa. Per ben 20 minuti bisogna effettuare 20 squat, 20 push up e 20 sit up, provando a non prendersi troppo tempo di riposo tra un tempo e l’altro e terminato il circuito di nuovo una fase di stretching, mantenendo sempre le gambe tese, però questa volta seduti a terra e prendendovi le punte dei piedi con le mani. Insomma pochissimi passi per allenarsi a casa.

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *