Se il matrimonio è la tomba dell’amore, la “convivenza è peggio dell’omicidio”?

Il parroco di Cameri ha stilato una classifica dei peccati spiegando che convivere o sposarsi civilmente vuol dire vivere in una situazione d'infedeltà continua. Diverso è l'omicidio, considerato un peccato occasionale

Che il matrimonio fosse la tomba dell’amore lo sapevano tutti. È un modo di dire che accusa le coppie di adagiarsi nella routine dopo aver messo al sicuro il loro rapporto suggellandolo in Comune o davanti al Signore. Ma che la convivenza fosse peggio dell’omicidio non era ancora stato detto. 

Il Parroco di Cameri, don Tarcisio Vicario, però, è andato molto oltre, pubblicando sul bollettino parrocchiale una classifica dei peccati e associando in modo inedito l’omicidio e la morte con la convivenza.

Il fatto di cronaca

Don Tarcisio Vicario, in occasione delle prime comunioni nella parrocchia di Cameri, paese alle porte di Novara dove si fabbricano i famosi F35, ha confessato i papà di due bambini, uno convivente e uno sposato in Comune. Questo momento di accoglienza e riconciliazione è diventato lo spunto per mettere nero su bianco la classifica dei peccati.

Chi contrae un matrimonio civile oppure chi sceglie la convivenza, si legge nel bollettino parrocchiale, vive in una situazione d’infedeltà continuativa. L’omicidio, invece, è da considerarsi un peccato occasionale.

Le parole di don Tarcisio non potevano cadere nel vuoto e in pochissimo tempo il parroco di Cameri è diventato una web star. Sui social media ci si è chiesti se la Chiesa di cui don Tarcisio è un rappresentante, sia davvero convinta che convivere è peggio che uccidere.

L’intervento della Curia

Il clamore mediatico che si è scatenato attorno al bollettino della parrocchia di Cameri, ha convinto la Curia ad intervenire pubblicamente. Il vescovo di Novara, Franco Giulio Brambilla si è dapprima scusato con tutti i fedeli che si sono sentiti offesi dalle parole di don Tarcisio e poi ha spiegato che quelle affermazioni erano inopportune, fuorvianti ed errate.

Don Tarcisio invece, partito per un pellegrinaggio in Irlanda, non ha pensato minimamente di scusarsi con i suoi parrocchiani. Che sia ancora convinto della classifica dei peccati da lui stesso stilata?

La domanda

Don Tarcisio a parte, il matrimonio civile e la convivenza, come il matrimonio, sono secondo voi tombe dell’amore? Cosa fate per scappare alla routine e rinfrescare giorno dopo giorno il sentimento per il vostro partner?

Foto | Thinkstock

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *