Assicurazione per le casalinghe: tutele di legge e polizze volontarie 

L’Inail impone obbligatoriamente la sottoscrizione di un’assicurazione

Le compagnie assicuratrici hanno messo sul mercato tutta una serie di prodotti per offrire protezioni ampie e complete

assicurazione casalinghe

In Italia ogni anno sono circa 8 mila le persone che vengono coinvolge in incidenti domestici rimettendoci la vita.

Parliamo di una cifra che è più del doppio di quella concernente gli incidenti stradali.

Talvolta si tratta di incidenti che è possibile evitare usando il buon senso e adottando comportamenti adeguati.

Le più colpite sono sicuramente le donne, specie le casalinghe.

Gli infortuni domestici sono purtroppo all’ordine del giorno e, chi per scelta o per necessità, è costretto quotidianamente ad occuparsi della casa, deve comunque poter godere di una tutela.

Gli infortuni domestici purtroppo non sono merce rara, indi per cui anche quei soggetti che si trovano a lavorare esclusivamente tra le mura di casa, devono essere tutelati.

Le tutele di legge: l’assicurazione Inail

Esistono tutele obbligatorie per legge come l’assicurazione Inail, anche se la normativa è davvero poco conosciuta dal grande pubblico.

Questa tipologia di assicurazione vede quali soggetti attivi tutti coloro che si occupano di curare la casa e chi la vive, una tutela che garantisce un risarcimento in caso di incidenti che avvengono fra le mura di casa.

I richiedenti si sono dovuti mettere in regola entro il 31 gennaio 2018, versando la cifra di 12,91 euro.

Chi deve sottoscrivere l’assicurazione Inail

Ma chi deve assicurarsi?

Sono diverse le categorie che devono obbligatoriamente sottoscrivere l’assicurazione Inail, nel dettaglio:

  • gli studenti, che anche se vivono lontano dal luogo di residenza, si occupano delle faccende di casa;
  • chi ha compiuto 18 anni e lavora esclusivamente fra le mura di casa, occupandosi della famigliari, oppure i titolare di pensione che non hanno ancora compiuto il 65 mo anno di età;
  • i lavoratori che sono in mobilità;
  • i cittadini stranieri che soggiornano stabilmente nel nostro paese, e si occupano soltanto delle faccende di casa;
  • i lavoratori che sono in regime di cassa integrazione guadagni;
  • coloro i quali svolgono un’attività lavorativa che non li impegna tutto l’anno, parliamo di categorie quali i lavoratori stagionali, temporanei e a tempo determinato.

Nel loro caso l’assicurazione deve coprire solo il periodo in cui svolgono attività casalinga.

L’assicurazione casalinghe

Per garantirsi una copertura assicurativa le casalinghe possono disporre di tutta una serie di prodotti, messi sul mercato dalle tante compagnie assicuratrici, come si deduce dalla lettura delle pagine web all’indirizzo www.mioassicuratore.it.

Il comparatore online sottolinea che “questa polizza copre in caso di infortuni domestici che portano ad un’invalidità temporanea, permanente e in caso di morte.

Si tratta di infortuni, quindi eventi violenti, inaspettati e fortuiti.

La copertura è valida anche nel caso in cui l’infortunio avvenga nelle immediate vicinanze dell’abitazione, quindi androni, terrazze, scale o ascensori e anche nel caso in cui l’infortunio sia provocato da un animale domestico”.

Infortuni e incidenti domestici: quali sono i casi più frequenti

Sono le cadute la causa più comune di infortunio fra le mura domestiche.

La percentuale supera il 50% dei casi di incidente.

Scivolate che possono rivelarsi davvero tremende e sono la causa del pavimento bagnato, di una superficie irregolare, della perdita di equilibrio, di uno spostamento incerto.

Per chi cade la conseguenza possono essere semplici lividi o qualche doloretto, ma nei casi estremi la caduta può procurare fratture o addirittura l’invalidità permanente e ultima la morte.

A seguire nella triste classifica degli incidenti domestici sono le ferite e le ustioni, a causa di superfici taglianti o troppo calde.

E’ la cucina l’ambiente più pericoloso, per questo è bene prestare la massima attenzione all’uso dei coltelli, così come dei fornelli e degli elettrodomestici in genere.

Per la casalinga godere di una polizza contro gli incidenti domestici e gli infortuni significa poter disporre di un indennizzo nel caso si procuri fratture, ustioni, ferite o lussazioni.

Un indennizzo da utilizzarsi per coprire eventuali spese sanitarie e di assistenza, che si possono presentare in seguito all’infortunio.

Una volta sottoscritta un’assicurazione sugli infortuni si può avere una protezione ampia e completa, commisurata alla tipologia e alle garanzie della polizza sottoscritta.

Commenti