Sesso orale, come stimolarlo con le mani

Durante la fellatio le stimolazioni del ricevente possono essere di tipo differente a seconda degli strumenti usati.

Il sesso orale è divertente per entrambe le parti coinvolte. In alcuni casi però non si sa dove… mettere le mani. Ecco qualche suggerimento utile per le persone più inesperte che hanno voglia di perfezionare la loro tecnica amatoria.

La prima cosa da fare è valutare la posizione in cui ci si trova ed il generale accesso alle parti del corpo del proprio compagno. Perché se in alcuni casi può risultare semplicemente più comodo tenergli una mano sul fianco mentre con l’altra si accarezzano le gambe o la parte posteriore della coscia, la migliore cosa è spesso testare le acque e comprendere cosa aggiunga più piacere.

Nel sesso orale, per chi ama la sensazione, si possono utilizzare le mani per stimolare il lato b in maniera più o meno “approfondita”, si può arrivare a coprire con la mano dove non si arriva con la bocca con una di esse mentre l’altra stimola ad esempio i capezzoli. O si può dedicare un tempo maggiore ai testicoli, ogni tanto dei veri negletti in questo ambito nonostante la loro sensibilità.

Impiegare la propria manualità sullo scroto mentre si esegue la fellatio può aumentare il piacere dell’altra persona in maniera esponenziale. Soprattutto se si sceglie la giusta stimolazione. E’ importante in tal senso testare le soglie di piacere e dolore del ricevente al fine di avere una idea della “potenza” del tocco necessaria. Piccolo consiglio per tutti: passare delicatamente un dito lungo la giuntura tra scroto e pene può risultare uno strumento facile e veloce da usare per far crescere l’eccitazione.

Photo Credits | Piotr Marcinski / Shutterstock.com

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *