Rapporto a distanza, come gestirlo

La sincerità e la voglia di farcela insieme sono le basi per far funzionare un rapporto a distanza. Servono impegno e sentimento per riuscire.

Può sopravvivere a lungo un rapporto a distanza? La risposta è positiva, a patto che siate sempre sinceri con voi stessi e con il partner. In questo caso, se si è in grado di gestire in modo corretto la situazione, si può riuscire a trovare un compromesso che possa portare poi ad una futura vita insieme.

Inutile prendersi in giro, è ovvio che vivere un rapporto a distanza non è come viverlo tutti i giorni nella stessa città o nella stessa casa. Ma se si prendono le dovute accortezze non è impossibile da gestire. La prima cosa da fare è verificare di essere sulla stessa lunghezza d’onda. Se si è sposati e tale lontananza è dovuta ad un temporaneo trasferimento, è ovvio che si sia d’accordo sul portare avanti la relazione.  Se non si ha questo tipo di legame, parlare senza filtri e verificare le proprie intenzioni comuni è primario. Una volta che si è d’accordo sul rimanere insieme, è palese che il sentirsi il più spesso possibile è la base di tutto. Come il raggiungersi a metà strada per passare delle ore in compagnia “fisica, reale”.

La tecnologia può in questo caso aiutare. Ricordatevi che esistono programmi di videoconferenza come Skype con i quali comunicare, parlarsi, raccontarsi la propria giornata e perché no, provare un po’ di intimità. Certo, il sesso virtuale non è come quello vissuto pelle contro pelle ma, in alcuni casi, al pari del sesso telefonico può tornare utile, soprattutto se si riesce a vedersi attraverso una webcam. Sincerità, ricordate: deve essere al primo posto.

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *