Dolore muscolo scheletrico più frequente nelle donne

Dolore muscolo scheletrico più frequente nelle donne: ad affermarlo è la G.U.I.D.A...

Dolore muscolo scheletrico più frequente nelle donne: ad affermarlo è la Società Italiana per la Gestione Unificata ed Interdisciplinare del Dolore muscolo-scheletrico e dell’Algodistrofia” (G.U.I.D.A).

A parlare è stato il Presidente Ombretta Di Munno, Professore associato di reumatologia presso l’Università di Pisa:

Il dolore muscolo scheletrico cronico riguarda oltre il 26% della popolazione e rappresenta un tema di spesa sanitaria di primaria importanza, sia in termini di costi diretti che indiretti. Con queste premesse abbiamo scelto di fondare G.U.I.D.A, con l’obiettivo di colmare una lacuna importante nel panorama della scienza italiana e con l’aspirazione di creare una alleanza culturale e scientifica fra gli specialisti Ortopedici, Fisiatri e Reumatologi, figure professionali che gestiscono con maggiore frequenza i pazienti affetti da dolore muscolo-scheletrico

GLI ESERCIZI PIÙ EFFICACI PER SCIOGLIERE IL COLLO
 Stando ai dati emersi, questo disturbo colpisce le donne molte più degli uomini oltre che gli anziani, coloro che hanno più di frequente a che fare con problemi alla parte superiore e inferiore della schiena, il capo, il collo e le articolazioni (principalmente il ginocchio). Il dolore acuto, se non gestito e curato tempestivamente, può portare serie conseguenze nella persona che ne è colpita. E le conseguenze vanno dalla disabilità parziale o totale del paziente, all’aumentato rischio di complicanze cliniche, di prolungamento della degenza ospedaliera con un relativo incremento dei costi sanitari.

5 ESERCIZI EFFICACI PER IL MAL DI SCHIENA DA FARE A CASA

Continua Ombretta Di Munno:

Oggi, in base alle nuove evidenze cliniche sappiamo che la definizione di dolore cronico muscolo scheletrico va aggiornata, non basta più classificarlo come cronico se la durata supera i tre mesi, ma è necessario integrare anche il criterio fisiopatologico

Foto | Thinkstock

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *