Diabete, carboidrati a fine pasto riducono il picco glicemico?

I carboidrati, se consumati a fine pasto, sarebbero in grado di ridurre il picco glicemico, pericoloso per chi soffre di diabete...

pasta che non fa ingrassare

I carboidrati, se consumati a fine pasto, sarebbero in grado di ridurre il picco glicemico, pericoloso per chi soffre di diabete. E’ questo il risultato di una ricerca firmata dalla Weill Cornell university di New York che ha individuato l’importante ruolo rivestito da pasta e pane quando consumati alla fine del pranzo o della cena.

Sedici i volontari che si sono sottoposti allo studio. Studiando le diverse abitudini alimentari si è visto come assumendo i carboidrati (cioè il pane) per ultimi, la glicemia dopo il pasto risultatasse la metà di quella che i pazienti avevano quando invece assumevano i carboidrati per primi, o all’inizio.

Diabete infantile, l’importanza dell’inserimento a scuola

Pasta e pane a fine pranzo o a fine cena insomma sarebbero in grado di dimezzare il picco glicemico. Hanno detto i ricercatori che hanno preso parte allo studio:

Noi tutti sappiamo che mangiare meno carboidrati serve a controllare i livelli di zuccheri nel sangue ma può essere difficile qualche volta seguire questo suggerimento. Mangiarli per ultimi può essere una buona strategia

Photo | Thinkstock

Commenti