Professional organizer, il lavoro del futuro

Sempre più donne si stanno cimentando nel lavoro di professional organizer che aiuta a rimettere in ordine la casa ma anche l’ufficio, addirittura il pc, la scrivania, la borsa.

professional organizer

Il lavoro del futuro è quello di professional organizer che aiuta i disordinati cronici a ritrovare una dimensione di ordine che non credeva possibile nella propria vita. I disordinati senza speranza tuttavia possono trovare conforto in una recente statistica che rivela come solo il 10% della popolazione possiede il cosiddetto gene dell’ordine.

Vivere nel disordine può essere anche una scelta di stile quando preferiamo occuparci d’altro rispetto all’organizzazione della casa e ci accontentiamo del minimo indispensabile, sostenendo persino di trovarci a nostro agio nel caos totale. Ma quando aspiriamo all’ordine assoluto e non ci sentiamo in grado di raggiungere questo ideale nirvana casalingo accorre in aiuto una nuova figura professionale, quella dell’organizer.

Sempre più donne si stanno cimentando in questa nuova professione che aiuta a rimettere in ordine la casa ma anche l’ufficio, addirittura il pc, la scrivania, la borsa. Per chi ama l’ordine e ne ha fatto uno stile di vita è qualcosa di naturale e addirittura piacevole organizzare gli spazi e dare ad ogni cosa un suo posto e chissà che non possa trasformare questo talento in un lavoro. Chi invece trova sia un dovere noioso o al di là delle proprie capacità potrà tirare un sospiro di sollievo affidandosi ad un professionista.

Questa tendenza a fare dell’organizzazione una filosofia di vita trova il suo esempio più eclatante nel clamoroso successo del libro di Marie Kondo, Il magico potere del riordino, che ha insegnato al suo enorme pubblico come fare dell’ordine uno stile di vita quotidiano. Anche Facciamo ordine di Sabrina Toscani ha ottenuto un notevole riscontro confermando che le persone disordinate sono tante, ma altrettante quelle che desiderano cambiare questo aspetto della propria vita: liberarsi del superfluo, vivere in spazi più ariosi, puliti e organizzati.

In Italia esiste un’associazione chiamata APOI, Associazione Professional Organizer Italia, che offre un servizio di riorganizzazione della casa professionale e personalizzato su tutto il territorio nazionale. Si organizzano anche corsi di formazione per chi volesse mettere a frutto le proprie capacità organizzative trasformandole in un mestiere. È previsto addirittura un corso per bambini perché imparino sin da piccoli il valore dell’ordine.

A Milano c’è un’altra associazione specializzata chiama Milano Personal Organizer, una società che offre interventi di organizzazione su tutti i livelli: la soffitta da svuotare come l’ottimizzazione dello spazio in casa passando per la composizione della valigia per un viaggio e arrivando alla spesa alimentare settimanale e all’archivio dell’ufficio. Insomma, imparare ad essere ordinati e organizzati a quanto pare si può.

Photo Credits | luanateutzi / Shutterstock.com

Commenti