Problemi fisici in gravidanza, come risolvere i 5 più frequenti

Mal di schiena, piedi gonfi, perdite biancastre, emorroidi e nausea. Sono questi i disturbi più comuni tra le donne incinte. Qualche consiglio per prevenire o per curare i problemi che preoccupano e affaticano le donne in attesa

Chi ha già avuto una prima gravidanza e chi si appresta a vivere i nove mesi di attesa più belli del mondo, deve riconoscere che la gestazione non è sempre rose e fiori. Capita infatti che insorgano dei problemi, anche lievi, che vanno ad intaccare la serenità della donna incinta. Cerchiamo di capire se ci sono rimedi naturali agli acciacchi più frequenti.

Il mal di schiena

Non tutte le donne in gravidanza soffrono il mal di schiena. Quelle che ne soffrono dicono di avvertire molti dolori localizzati al nervo sciatico e le cause del dolore sono da rintracciar e nell’aumento di peso del bambino che costringe la mamma ad assumere posture non ortodosse.

Ecco allora che assumere la postura corretta, usare scarpe comode senza tacco e fare attività fisica sono tutte cose che aiutano a non soffrire troppo. Non c’è da vergognarsi, anzi, è bene tenere a mente che un massaggio con olio di ginepro, geranio o timo, può essere provvidenziale. Pensate che sia troppo lusso? No, care mamme, anche perché quando vi ricapita di essere così coccolate?

I piedi gonfi

Gli esperti chiamano questo disturbo edema. Si riscontra generalmente alla fine della gravidanza e può essere perfino doloroso. Non trascorrere troppo tempo in piedi ferme è essenziale, mentre fa bene camminare e fare ginnastica.

Se poi pensate a riposarvi, provate a tenere le gambe leggermente sollevate in modo da favorire la circolazione. Fate delle docce fredde sulle gambe e dei massaggi specifici. Provate inoltre a modificare un po’ la dieta eliminando i sali e incrementando l’uso di succhi, cibi crudi e tanta acqua.

Le perdite biancastre

Le perdite biancastre sono legate all’aumento dell’acidità vaginale, sono particolarmente fastidiose e non sempre si legano ad un’infezione batterica. Fare un tampone per tenere la situazione sotto controllo è consigliato così come la cura dell’igiene.

Per rimediare al fastidio è possibile fare dei bidè con acqua e bicarbonato, da accompagnare ad una dieta povera di lieviti e ricca di verdure fresche.

La nausea

Nel primo trimestre di gravidanza le nausee possono essere molto fastidiose per la donna incinta (anche se sono salutari per il bambino) che risulta particolarmente sensibile ad alcuni odori, al risveglio e alla vista del cibo. Per contrastare le nausee il consiglio è quello di fare piccoli pasti molto frequenti.

Alcuni accorgimenti dietetici possono fare il resto: si consiglia quasi sempre di limitare l’assunzione di latticini, aumentare l’apporto di proteine e vitamine B1 e B6, consumare verdura a foglia larga e bere tisane anti nausea alla malva e alla menta.

Le emorroidi

Sono fastidiose nella vita di tutti i giorni, figurarsi in gravidanza. La frequenza del fastidio si lega alla dilatazione dei vasi. L’igiene anche in questo caso è la prima cosa per evitare che restino dei batteri nella zona intima, ma bisogna anche mangiare diversamente.

Il consiglio è quello di eliminare alcolici e cibi piccanti favorendo invece il consumo di fibre, proteine e vitamina C. In più con impacchi di malva, tiglio e ippocastano si può contribuire al decongestionamento del lato B.

Photo Credits | Lana K / Shutterstock.com

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *