Milano Moda Donna p/e 2016, rivoluzione in casa Gucci

Al via la fashion week milanese, partita in grande stile con la sfilata primavera/estate 2016 realizzata da Alessandro Michele per Gucci.


La nuova collezione Gucci firmata da Alessandro Michele è un fiume in piena, un agglomerato di ottimi stimoli ed emozioni (solo) apparentemente confuse. Sicuramente ispirata alle donne bon-ton dei tempi che furono, con una forte nostalgia e voglia di tenerezza.

Il nuovo stile di Gucci è ormai riconoscibile, un eccesso di dettagli che Alessandro Michele conferma anche per la nuova stagione, presentata sulle passerelle di Milano in occasione della Fashion Week p/e 2016, inaugurata così in grande stile tra fiori tropicali e dettagli assolutamente bon-ton d’altri tempi.

Ho scoperto il personaggio di Madeleine de Scudery, un’intellettuale che nel 1654 pubblicò la Carte de tendre, una carta della tenerezza. Disegnò una geografia emotiva dell’Europa con un senso dell’intelligenza molto, molto femminile. Ho preso quelle mappe e le ho stampate su gonne e abiti.

Queste le parole dello stilista che ha rivoluzionato il mondo Gucci andando incontro al cambiamento che generalmente spaventa, terrorizza e blocca chiunque debba affrontarlo, specialmente nell’era dei social network in cui un commento negativo su Facebook viene espresso in real time durante lo svolgimento della sfilata. Bellezza, decoro e nostalgia vengono attualizzate e reinterpretate e così perle e ricami si fondono con serpenti, tigri, mappe, api, colori a contrasto, fantasie, fiocchi, veli, ruches, ghirigori astratti e camei.

Del resto in natura le creature più interessanti sono quelle che sfuggono alle macro categorie

Così commenta le proprie scelte il fashion designer Alessandro Michele, ideatore di questa collezione Gucci primavera/estate 2016, applaudita dal front row anche da Charlotte Casiraghi.

Photo Credits | Getty Images

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *