La dieta dinner cancelling, ecco come funziona

Dopo aver trascorso le festività natalizie con qualche inevitabile eccesso a tavola, ecco che può essere utile seguire la dieta dinner cancelling, fondata principalmente sul saltare la cena.

Attenzione però, bisogna sempre seguire un regime alimentare sano e corretto, altrimenti i sacrifici non saranno assolutamente ripagati. In questi ultimi mesi si sente parlare spesso di dieta dinner cancelling perché un personaggio di successo come Fiorello ha dichiarato di averla seguita per qualche settimana ed i risultati sono stati alquanto sorprendenti. E’ evidente come nei casi di leggero sovrappeso non si possa seguire per un periodo elevato di tempo questa dieta dinner cancelling, ma basteranno davvero pochissime settimane per assistere immediatamente a dei risultati sorprendenti.

Chi ha ideato la dieta dinner cancelling?

Ad ideare questo tipo di dieta è stato il nutrizionista tedesco Dieter Grabbe, utile non solo per perdere peso, ma anche per liberare l’organismo dalle tossine e ritrovare in poco tempo energia e salute. Bisogna lasciare tempo agli organi, come ad esempio fegato e reni, di depurarsi, di non essere sempre sovraccaricati dalle sostanze provenienti dall’alimentazione e per questo saltare la cena aiuta notevolmente questo processo. Grabbe sostiene inoltre che il digiuno serale sia in grado di invertire il metabolismo ed anche l’orologio biologico, rallentando praticamente l’invecchiamento.

In cosa consiste la dieta dinner cancelling?

La regola fondamentale di questa dieta dinner cancelling è non mangiare alcun tipo di alimento solido dalle 17 in poi, fino poi al momento della colazione. Sarà necessario invece idratarsi al meglio, può essere d’aiuto anche qualche tisana leggera, ma rigorosamente senza zucchero. Attraverso questo digiuno serale si noterà immediatamente qualche miglioramento legato non solo esclusivamente al processo di dimagrimento. Si avrà modo di conciliare il sonno, si rafforza il sistema immunitario, non si appesantisce il metabolismo e si aiuta il consumo dei grassi.

E’ bene però precisare come questa dieta dinner cancelling non si basa sul saltare ogni giorno la cena, ma basta puntare su due o tre sere a settimana di digiuno per cicli di alcuni mesi, anche nell’arco di un anno, dipende poi dal tipo di obiettivo prefissato. Chiaramente però durante la giornata è opportuno seguire un’alimentazione ricca di nutrienti, puntare su un’abbondante colazione, purché povera di zuccheri ed un pranzo equilibrato tra proteine e carboidrati, è concesso poi anche qualche spuntino, purché consumato prima delle 17. Cosa ne pensate?

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *