Fare giardinaggio con i bambini – Quali piante scegliere

Il giardinaggio con i bambini è un'idea simpatica per passare il tempo libero con i più piccoli in estate e al tempo stesso far nascere in loro l'amore per la natura e il rispetto per l'ambiente. Dopo aver visto come creare un semenzaio, vediamo quali sono le piante più adatte da scegliere!

In alcuni post pubblicati in precedenza abbiamo cominciato a parlare di una attività simpatica e interessante che è possibile svolgere nel corso delle belle giornate estive quando si ha più tempo libero da passare con i propri figli e nipoti: il giardinaggio con i bambini. Perché non dedicarsi alla cura del proprio angolo verde o del proprio balcone insieme ai più piccoli? Un gioco potrebbe infatti trasformarsi in una esperienza rivelatrice. 

Fare giardinaggio con i bambini – Creare un semenzaio

Per cominciare questa interessante attività si possono scegliere i lavori più semplici da far fare ai bambini, come innaffiare, oppure preparare un piccolo semenzaio, attraverso cui prendere confidenza con i prodigi della natura. Ma quali saranno poi le piante da scegliere se si vuole proseguire questo gioco creativo a contatto con il verde? Ecco alcuni consigli.

Fare giardinaggio con i bambini – Consigli e idee

Quali piante coltivare con i bambini

Dopo aver mosso i primi passi con il semenzaio, o in contemporanea allo stesso, è possibile avvicinare i bambini, soprattutto quelli più piccoli, alle meraviglie della natura attraverso la coltivazione di semplicissimi germogli di legumi. Fagioli o lenticchie saranno infatti decisamente indicati a questo scopo, perché si potranno disporre semplicemente su uno strato di cotone idrofilo bagnato. In poco tempo si vedranno crescere i nuovi germogli.

Un’altra piccola pianta che si presta allo scopo è la pianta di fragole. Cresce molto bene anche invaso e in spazi molto piccoli, come il balcone, e avrà in più il premio finale del frutto! Comprate quindi delle piantine di fragole, mettetele a dimora in vasetti più grandi o in una fragolaia verticale e assegnate ai bambini il compito di bagnarle – senza esagerare – ogni mattina. Chi mangerà i primi frutti?

 

Photo | Thinkstock

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *