Cinque modi per vivere il travaglio riducendo il dolore

Il periodo del travaglio è il momento più doloroso per la donna che si prepara al parto ma seguendo alcuni piccoli esercizi e consigli, è possibile alleviare il dolore e aprirsi al sorriso

I dolori del parto, nella maggior parte dei casi, si dimenticano. Sono le pene del travaglio le più dure da digerire, soprattutto se questo momento si dilata e risulta traumatico.

Molti ospedali, per rendere più confortevole il momento del travaglio si sono dotati di strumenti che riescono ad alleviare il dolore delle donne che stanno preparando il corpo al parto. Uno di questi strumenti è una palla morbida sulla quale sedersi. Sulla palla la donna può spostare comodamente il suo peso e trovare la posizione migliore per il bacino. Il bambino, in più, resta allineato in modo corretto al bacino e questo agevola la preparazione.

Ma come si allevia il dolore? Proviamo ad elencare 5 esercizi o consigli che favoriscono la produzione di endorfine e regalano un po’ di sollievo durante il travaglio.

1. Respirazione e idratazione. Durante tutto il travaglio, ossigenare con regolarità il corpo ed idratarlo per bene, bevendo molta acqua e qualche succo di frutta, migliora l’afflusso di ossigeno al bambino e permette una migliore gestione dell’utero che si sta posizionando.

2. Non mantenere la posizione. Stare ferme va bene per riposarsi, ma non è questo il momento! Durante il travaglio cambiare posizione può alleviare il dolore e consentire anche al bambino di muoversi meglio.

3. Contatto fisico. Avere una persona vicino che accarezza, massaggia e fa sentire il suo calore sulle parti del corpo maggiormente sotto sforzo durante il travaglio, per esempio spalle, collo, gambe o piedi è fondamentale. Basta scegliere in anticipo chi avere vicino.

4. Ipnotizzarsi. Concentrarsi su stimoli positivi e piacevoli in modo talmente intenso da dimenticare il dolore provato. Molte donne dicono sia possibile auto-ipnotizzarsi e trovare sollievo, favorendo al tempo stesso l’apertura della cervice.

5. Musica o risate. Rilassarsi è fondamentale per allontanare le paure, le preoccupazioni, le fonti di stress e dedicarsi interamente a se stesse e quindi al bambino. Ascoltare la propria musica preferita è un modo per rilassarsi ma potrebbe avere lo stesso effetto ridere con il proprio partner o con la persona che si è scelto di avere vicino.

Il travaglio è dunque un momento da affrontare con concentrazione e con il sostegno delle persone giuste, è un momento che va preparato facendo delle scelte anche prima del giorno del parto.

Voi come avete alleviato il dolore del travaglio? Siete arrivate preparate ai dolori di preparazione al parto?

Foto | Thinkstock

Commenti

2 commenti

  1. Pingback: La mamma è più serena se conosce le fasi del parto naturale

  2. Pingback: L'Odòn device per evitare il cesareo d'emergenza

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *