Smartphone, no ai bambini sotto i 10 anni

Smartphone ai bambini, come comportarsi? A intervenire sulla delicata questione sono gli esperti della SIPPS – Società Italiana di Pediatria Preventiva – che puntano il dito contro l’abitudine molto diffusa da parte dei genitori di consegnare il cellulare nelle mani dei bambini anche quando questi sono molto piccoli. I cellulari sono severamente vietati sotto i 10 anni perché molte sarebbero le conseguenze negative di un comportamento contrario.

Tra queste, scarsa capacità di concentrazione, ma anche perdita della memoria, problemi con il sonno e aggressività da parte dei piccoli che, sollecitati eccessivamente, incontrerebbero non poche difficoltà nella vita di tutti i giorni. Per intrattenere i bambini, insomma, lo smartphone non è lo strumento ideale e anche una volta superati i 10 anni di età, i gentori dovrebbero consegnarlo nelle mani dei figli con estrema cautela. Gli esperti consigliano di non consentire l’accesso a internet, di controllare sempre ciò che i bimbi fanno con lo smartphone in mano e di considerare un tempo limite, ad esempio un quarto do’ora, dopo il quale lo smartphone deve obbligatoriamente tornare nelle mani degli adulti.

La dipendenza da smartphone è un pericolo non solo per i grandi ma oprattutto per i bambini che devono necessariamente divertirsi in altro modo e non passando troppo tempo davanti a uno schermo.

Ti potrebbe interessare anche:

10 motivi per non usare lo smartphone e preservare la salute

Schiava del cellulare? 10 segnali per capirlo

Anoressia e bulimia, colpa degli smartphone

Photo | Thinkstock

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *