Maschera purificante per il viso con le Mele Val Venosta

Una maschera per il viso 100% naturale a base di mele.

Avete voglia di un concentrato di vitamine ed energia per il vostro viso che ha la pelle spenta? La mela è l’ingrediente naturale giusto per dare nutrimento, purificare la pelle e idratarla. Noi abbiamo provato una ricetta 100% naturale fatta con ingredienti facili da reperire che in 5 minuti vi aiuterà a migliorare l’aspetto della pelle.

 

La mela contiene vitamine e sali minerali, è idratante e astringente e quindi elimina le impurità della pelle e poi aiuta a richiudere i pori affinando la grana della pelle. Alle mele Val Venosta della nostra ricetta, abbiamo aggiunto il miele per addolcire e ammorbidire la pelle, lo zucchero di canna per un leggerissimo potere esfoliante e un pizzico di succo di limone per un effetto schiarente. Provate anche voi.

Ingredienti

Per una dose di maschera purificante alla mela abbiamo utilizzato:

1/2 Mela Golden Delicious Val Venosta

1/2 Mela Red Delicious Val Venosta

1 cucchiaino di miele

un cucchiaino di succo di limone

un cucchiaio di zucchero di canna (facoltativo, utile per un leggero scrub)

Con queste dosi si ottiene una dose abbondante di maschera per il viso, che potete condividere con le vostre amiche per concedervi un momento di bellezza in allegria.

Procedimento

Frullate la mela, oppure grattugiatela: dovete ottenere una purea, ma va bene anche se rimane qualche pezzettino. Aggiungete il succo di limone, il miele e lo zucchero di canna se lo desiderate. Lavate il viso con acqua tiepida, tamponate e poi applicate la maschera, evitando la zona degli occhi e delle labbra. Lasciate in posa per 5 minuti circa, poi sciacquate con acqua tiepida e completate il trattamento applicando un tonico e un velo di crema idratante.

Sul blog di Mela Val Venosta trovate anche molte altre ricette di cucina e ricette di bellezza per utilizzare la mela in modi creativi e fantasiosi, a tutto benessere. Noi vi suggeriamo anche la maschera nutriente per capelli con le Mele Val Venosta.

 

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *