Come fare per pulire casa e rispettare l’ambiente

pulire

La risposta alla domanda “come fare per pulire casa e rispettare l’ambiente” è stata fornita dal sito Helping in occasione della Giornata Internazionale della Terra. La società in questione ha offerto almeno 5 sistemi per pulire senza sprecare detersivi. 

Il punto di partenza per un approccio di tipo ecologista alle faccende di casa, è la presa di coscienza che il mercato mondiale dei detergenti, soltanto nel 2015, valeva 77 milioni di dollari. Non è tanto il volume di denaro ma l’impatto che questi detersivi hanno sull’ambiente tra ingredienti chimici che inquinano i mari e contenitori di plastica.

Pensiamo ai materiali

Helping ha dunque proposto 5 soluzioni per pulire rispettando l’ambiente. In primo luogo si consiglia di pensare ai materiali. Non vuol dire che bisogna rinunciare alla pulizia ma bisogna abbandonare l’idea dello spreco. Se si fa un rapido conto delle spugne usate durante una vita di faccende di casa, si scopre che se ne usano circa 2800, perché non votarsi ai prodotti ricavati dalla plastica riciclata?

Evitiamo prodotti dannosi per l’ambiente

Questo è il secondo paradigma. L’idea è di leggere sempre bene l’etichetta, la lista degli ingredienti, prima ancora di acquistare un prodotto. Spesso non servono pesanti smacchiatori per pulire in profondità ma basta un po’ d’impegno e meno detersivi. Il famoso olio di gomito vi dice niente?

I segreti delle nonne sono il non plus ultra

Ci sono molti modi per pulire casa senza usare ingredienti chimici ed è quello che per tanti anni, decenni, hanno fatto le nostre nonne. Pensiamo al binomio aceto + limone, o anche al bicarbonato, all’olio d’oliva per rendere l’acciaio più lucido, oppure i chicchi di caffé contro i cattivi odori.

No a profumi d’ambiente sintetici, sì al riciclaggio degli strumenti di pulizia

I profumatori d’ambiente sono diventati una vera e propria moda ma bisogna fare attenzione alle fragranze perché potrebbero avere un impatto negativo sull’ambiente. Molto meglio gli spray fai da te che si possono ottenere semplicemente mescolando acqua tiepida e qualche goccia di olio essenziale. Ci avevate mai pensato?

L’ultimo consiglio è quello di riciclare oggetti di uso comune per la pulizia. I chicchi di caffè, per esempio, possono essere usati per assorbire l’unto sulle padelle. La mollica di pane bianco è utile per pulire le macchie sui muri e la birra si può usare per ravvivare i mobili in legno o pulire l’argento.

Commenti