Milano Moda Donna, collezione a/i 2015-2016 by Max Mara

Cosa potranno mai avere in comune Max Mara e Marilyn Monroe? Molto più di quanto possiate immaginare e questa collezione lo dimostra.

Max Mara e Marilyn Monroe, due icone di eleganza senza tempo, icone di bellezza e di intelligenza, oggi legate da un filo invisibile ma palesemente dimostrato attraverso la nuova collezione autunno/inverno 2015-2016 del brand, portata sulle passerelle di Milano Moda Donna.

Max Mara propone per la collezione Autunno-Inverno 2015/2016 un guardaroba leggero e soffice come una nota coperta color cammello che diventò immortale grazie ad una foto scattata da George Barris a Mailyn Monroe nel 1962. L ’intelligenza  e la bellezza dell’attrice vengono fuori, in maniera molto naturale, grazie alle fotografie che le scattò George Barris sulla spiaggia, nel 1962. Una di queste la ritrae mentre indossa soltanto un consumato cardigan norvegese da uomo. Lo stringe forte a sé, i piedi nell’oceano, la testa all’indietro in una risata, i capelli spettinati dal vento. In un’altra è immortalata sulla sabbia, avvolta in una coperta sgualcita color cammello.

Rassicuranti e familiari come quel cardigan, i cappotti icona di questa collezione sono indossati in modo sensuale, come iper-lussuosi teli da mare. Bomber, overcoat, caban, duffel coat, sweatshirt: i classici dell’abbigliamento maschile che Marilyn amava indossare sono reinventati con tessuti preziosi come il cammello, il cachemire, l’alpaca, la seta matelassé e il pizzo. E così anche i suoi abiti a sottoveste, i bustini e le gonne longuette. Quando non sono striminzite, le silhouette sono over. Gialli, rosa cipria, verdi e blu schiariti dal sole per leggerissimi maglioni di cachemire, soffici tweed, lane di alpaca e persino per il visone, che a volte spunta dall’orlo di un cappotto. Per quanto riguarda gli accessori, questa collezione subisce il fascino discreto della Hollywood Bag in pelle o in cavallino lucido con la sua elegante chiusura: l’ultima versione è da indossare a zaino.

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *