Far dormire i bambini nel lettone come Marchisio: sì o no?

Prendiamo spunto da una foto pubblicata da Marchisio che lo ritrae a riposo nel lettone con i figli per affrontare il dilemma: i bambini possono dormire con i genitori? Lati positivi e lati negativi di quella che molti chiamano “cattiva abitudine”.

Stanotte a mezzanotte ora italiana, si gioca la prima partita dell’Italia ai Mondiali di calcio. Su Facebook aumentano le foto dei giocatori ritratti in momenti di relax. Marchisio, ad esempio, fa il riposino con i figli, ma è poi così giusto far stare i figli nel lettone dei genitori?

La risposta alla maggior parte delle domande che riguardano il rapporto tra genitori e figli è “dipende” ed è valida anche questa volta. Non c’è un motivo realmente consistente che dovrebbe scoraggiare genitori e figli a dormire nello stesso letto, eppure quando si affronta l’argomento si tirano in ballo conseguenze psicologiche, effetti sulla psiche dei bambini, disagi dei genitori.

Prima di affrontare l’argomento ricordiamo che questo dilemma è proprio degli Occidentali che per esigenze di privacy, costruiscono case in cui i genitori dormono in camere separate dai figli. In altre culture diverse dalla nostra, la famiglia condivide lo stesso giaciglio in barba alla privacy.

Detto ciò: per un genitore accogliere i bambini nel proprio letto pone prima di tutto un problema di comodità e riposo sereno. I bambini, infatti, potrebbero svegliarsi durante la notte, piangere, bagnare il letto, girarsi a destra e sinistra. Lo spazio è poco e i disagi tanti. A livello psicologico qualcuno dice che i bambini abituati a dormire con i genitori saranno da grandi ansiosi e poco sicuri di sé.

Il bambino che dorme da solo, sempre a livello psicologico, acquisisce maggiore sicurezza, impara a conoscere il buio e ricorda sempre di avere i genitori a pochi passi di distanza. E se il bambino piange? Per non sentirlo più, noi genitori, lo facciamo salire a bordo?

In questo caso torna utile far appello all’arte di essere genitori e nello specifico all’arte di decifrare il piagnisteo. Se si tratta di un capriccio forse non è giusto dargliela vita ma se il bambino cerca consolazione per un disagio provato durante il giorno, possiamo tenerlo lontano? In questo secondo caso è proprio il calore dei genitori a farlo sentire al sicuro, a renderlo più sicuro.

E voi, siete d’accordo sul fatto che far dormire i bambini nel lettone dei genitori sia una cattiva abitudine? Come vi comportate quando i vostri figli dicono di voler dormire con voi?

Foto | Thinkstock

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *