I lavori in giardino del mese di maggio

Quali sono i lavori da compiere in giardino nel mese di maggio, per avere un prato sempre curato e delle fioriture rigogliose e abbondanti? Scopritelo leggendo questo post, in cui troverete descritte le attività da compiere e i giorni in cui farlo, insieme ad alcuni utili consigli.

Nel mese di maggio la temperatura mite invita a passare molte più ore in giardino, ragione per cui si potrà sfruttare a proprio vantaggio questa piccola circostanza per rendere il proprio angolo verde più rigoglioso e curato.

A maggio la natura si è ormai completamente risvegliata dai rigori invernali e si appresta ad offrire le migliori fioriture della stagione. E’ quindi sconsigliabile pensare di spostare le piante già messe a dimora, ma si potrà ancora realizzare qualche nuovo impianto. Vediamo quindi quali potranno essere le attività a cui dedicarsi in giardino nel mese della piena primavera.

Si può cominciare portando all’aperto le piante che si erano sistemate in casa o in serra durante i mesi invernali, al fine di tenerle al riparo dal freddo eccessivo, e rimuovendo tutte le protezioni installate in precedenza.

Se nel vostro giardino sono presenti arbusti ornamentali o siepi, questo mese è il periodo giusto per effettuare un trattamento antiparassitario preventivo, da ripetere poi ogni 15 giorni, perché con la stagione calda gli attacchi dei parassiti sono più frequenti. Per farlo potete utilizzare, in una giornata non ventosa, dell’olio minerale mischiato a specifici insetticidi, a seconda della necessità.

Cominciate poi a tosare il prato ripetendo l’operazione ogni 10 giorni circa, avendo cura di rimuovere le erbe infestanti prima che portino i semi a maturazione. Potete effettuare la semina se la temperatura si mantiene costante sopra i 10 gradi – informatevi sulle temperature notturne! – e concimate il vostro tappeto verde con prodotti a lenta cessione.

Ricordatevi di annaffiare sempre il vostro giardino nelle prime ore del mattino o in quelle serali. A tal proposito potrete programmare anche un impianto di irrigazione. Per i nuovi impianti delle fioriere, infine, potete mettere tranquillamente a dimora tutte le piante annuali, svasando le zolle, utilizzando del terriccio universale e avendo cura di lasciare il colletto scoperto.

 

Photo | Thinkstock

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *