Miley Cyrus, trasgressione anche in concerto a Milano

Miley Cyrus e il suo "circo" sono arrivati anche a Milano per la prima ed unica data italiana prevista per ora: spettacolo trash e abiti firmati da Roberto Cavalli, quanto durerà ancora il suo successo?

Nell’Italia che fa vincere Suor Cristina a “The Voice“, spopola anche Miley Cyrus, con le sue simulazioni erotiche e il twerking.

Ieri le fan dell’ex Hannah Montana hanno potuto assistere al suo unico concerto italiano (che è stato anche il primo della sua carriera qu ida noi) e lo spettacolo non ha aggiunto nulla di nuovo a quanto non avessimo già visto. Miley Cyrus che scivola giù da una lingua gigante e balla con i nani, simula masturbazione e sesso orale, dice montagne di parolacce e poi, tra una cosa e l’altra, pare che canti anche.

Erano in diecimila ad aspettarla, il target di pubblico però non è il più adatto a vedere certe scene, come il sesso orale simulato con un finto Abramo Lincoln, infatti in molti sono arrivati accompagnati dai genitori. La critica non è stata entusiasta dello spettacolo, Miley Cyrus infatti continua a far chiacchierare per tutte quelle trasgressioni che ormai, giorno dopo giorno, iniziano a diventare tutte uguali, scontate.

Luigi Bolognini di Repubblica commenta come altri la poca musica presente in concerto, sostituita e sovrastata dallo spettacolo e la pessima versione di alcuni brani storici:

Saltando a pie’ pari la parte musicale, sulla quale è il caso di stendere un pietoso velo: la versione di Lucy in the sky with diamonds che ha sfoderato a un certo punto è stato qualcosa di molto simile a un secondo assassinio di John Lennon.

Qualcosa di simile scrive anche Luca Dondoni su La Stampa:

Nonostante sia stata più volte descritta come la «persona dell’anno» e abbia goduto di una straordinaria copertura mediatica con alcuni dei clip più visti di sempre, Miley Cyrus ha problemi con le vendite del suo ultimo Bangerz. Vorrebbe essere Madonna ma è più grezza, superficiale e non va oltre la trasgressione fine a se stessa. Così, per riempire la scaletta, ecco un bel mazzo di cover: purtroppo Lucy in the sky with diamonds dei Beatles non le viene molto bene.

Insomma, visto che i brani scarseggiano e l’originalità si limita alla ripetizione di scene trash, quanto tempo ancora durerà il successo planetario di Miley Cyrus?

Photo Credits | Twitter

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *