Selvaggia Lucarelli contro Laura Pausini

Selvaggia Lucarelli contro Laura Pausini, dopo le dichiarazioni rilasciate dalla cantante contro una ex amica in occasione di uno dei suoi concerti.

La blogger dice la sua sui social:

Laura Pausini, nel 2017 morta la nipotina di 3 anni

Ieri sera, durante il suo concerto milanese, Laura Pausini ha detto “troia” sul palco, rivolgendosi ad un’ex amica. Immagino che i “troia” a caso sulla sua bacheca fb non mancheranno quotidianamente e che non le piacciano. Immagino che desideri un mondo in cui non daranno a sua figlia della troia perché si mette un rossetto rosso o esprime un qualunque pensiero. Immagino che quando rimproverava Bernardini, il conduttore di tv talk, che qualche mese fa aveva parlato (innocentemente) di suoi “ammiccamenti sul palco” perché le sembrava cosa da non dire a una donna, intendesse dire che le sembrava un pensiero sessista. Ecco. L’insulto sessista rivolto a una donna da una donna è sempre un insulto sessista. E fa veramente pietà che una donna così esposta, così amata, così idolatrata, pensi bene di offendere un’altra donna rea di chissà quali peccati passati (e su un palco davanti a migliaia e miglia di ragazzine), chiamandola non bastarda, stronza, infame. No. TROIA. Davvero pessima. Quasi quanto il suo ultimo album

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *