Alla scoperta di Trafalgar Square, la piazza più importante di Londra

trafalgar-square

Se state cercando cosa vedere a Londra, quasi certamente vi sarete imbattuti in Trafalgar Square. La piazza più famosa della capitale britannica è al centro della vita cittadina sin dal tredicesimo secolo, anche se l’attuale conformazione risale “soltanto” al 1840; prende il nome dalla celebre battaglia di Trafalgar, che a ottobre 1805 vide la flotta reale inglese affrontare quella spagnola e quella francese al largo della Spagna, in inferiorità numerica, e vincere clamorosamente grazie al genio dell’ammiraglio Horatio Nelson, ferito a morte durante lo scontro.

Oggi Nelson è ricordato da una colonna corinzia alta quasi 52 metri, sormontata da una statua di pietra e “custodita” da quattro leoni di bronzo che furono plasmati direttamente sul corpo di un leone, inviato (deceduto) allo scultore Edwin Landseer dallo zoo di Londra. La carica simbolica della colonna di Nelson è così significativa che nel 1940 le SS progettarono di rubarla e portarla a Berlino, una volta invasa l’Inghilterra – invasione che però, come sappiamo, non avvenne mai. È famosa quasi quanto la piazza, anche perché vi è collocata al centro, ma non è il suo unico ornamento: Trafalgar Square è celebre anche per le numerose statue e per le fontane dedicate alla memoria degli ammiragli John Jellicoe e David Beatty.

Visitare la piazza è un’ottima scusa per avvicinarsi alla National Gallery, che si trova sul suo lato nord. Il museo ospita 2.300 tele di proprietà del popolo britannico, ed è a ingresso gratuito (fanno eccezione le mostre speciali: scopritene di più visitando il sito ufficiale). Tra i capolavori della collezione permanente vi consigliamo di contemplare la Cena in Emmaus di Michelangelo e i Girasoli di van Gogh. L’altro edificio di pregio di Trafalgar è la chiesa rococò di St. Martin-in-the-Fields (San Martino nei Campi), che risale al 1726: oggi è famosa per ospitare concerti di musica classica di artisti internazionali o emergenti. Una delle tante “chicche” che rende Londra così magica, così incredibile, così bella da visitare.

 

Commenti