Allattamento, cosa mangiare e cosa no

L'allattamento è una fase molto importante per il bambino e l'alimentazione della mamma svolge un ruolo fondamentale. Cosa mangiare e cosa no?

allattare seno

L’allattamento è una fase molto importante per il bambino e l’alimentazione della mamma svolge un ruolo fondamentale. Ci sono alcuni cibi che sarebbe meglio consumare con moderazione mentre si allatta il bambino mentre altri possono essere mangiati tranquillamente perché non hanno alcuna controindicazione.

Scopriamo allora come deve comportarsi a tavola la mamma che allatta. In linea generale, sarebbe meglio preferire  i grassi vegetali a quelli animali tenendo sempre presente il fatto che anche i carboidrati hanno la loro importanza e quindi, pur senza esagerare, è consigliabile contemplarli nella dieta. Assolutamente da limitare, perché non benefici sul bambino che prende il latte dal seno della mamma, sono i dolci e in generale gli zuccheri industriali. Via libera al consumo di frutta e verdura per fare il pieno di vitamine e sali minerali. Una sola attenzione nel scegliere il tipo di verdura da consumare: evitare peperoni, aglio e carciofi che tendono a rendere il latte amarognolo e quindi di difficile assunzione per il bambino.

Durante l’allattamento è importante anche che la mamma assuma buone dosi di calcio. Questo elemento si trova in buone quantità nei legumi (ceci, fagioli e lenticchie) e nelle verdure a foglia verde (bietola, spinaci e così via). E’ fondamentale, infine, bere moltissimo durante la fase di allattamento. I medici consigliano almeno un paio di litri per garantire alla mamma una perfetta idratazione e una altrettanto ideale produzione di latte.

Ti potrebbe interessare anche:

QUALI SONO I VANTAGGI DELL’ALLATTAMENTO AL SENO?

ALLATTAMENTO AL SENO, IL RUOLO DEL PEDIATRA NELL’ALIMENTAZIONE DEI NEONATI 

Foto | Thinkstock

Commenti