Cistite, l’AIFA ritira dal mercato alcuni farmaci

La cistite è un disturbo abbastanza comune tra le donne, specialmente durante il cambio di stagione quando le difese immunitarie si abbassano. Di recente l’AIFA, in una nota ufficiale, ha segnalato che gli antibiotici ciprofloxacina, levofloxacina, moxifloxacina, pefloxacina, prulifloxacina, rufloxacina, norfloxacina, lomefloxacina, appartenenti alle famiglie dei chinoloni e dei fluorchinoloni debbano essere prescritti con grande cautela.

Sarebbero infatti pericolosi per l’aorta. Sempre l’AIFA ha anche deciso di ritirare dal mercato alcuni medicinali che hanno un meccanismo d’azione simile a quello dei fluorochinoloni e che dunque sarebbero potenzialmente pericolosi. Roberto Padrini ordinario di farmacologia all’Università degli Studi di Padova, dice:

La decisione dell’AIFA è stata presa in accordo con l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) dopo che tre differenti studi epidemiologici condotti in Canada, Taiwan e Svezia hanno evidenziato un aumento del rischio di aneurisma e dissezione dell’aorta nei pazienti esposti al trattamento con fluorochinoloni. Il meccanismo alla base di queste reazioni avverse è verosimilmente lo stesso che determina il rischio di rottura dei tendini e cioè una riduzione del contenuto in collagene del tessuto connettivo che porta ad un indebolimento della parete dei vasi. La frequenza spontanea di queste patologie è molto bassa (circa 3-30 casi 100.00 persone l’anno) e i fluorochinoloni la aumenterebbero a seconda degli studi del 66-150%. Queste recenti segnalazioni suggeriscono quindi di non utilizzare questi farmaci per infezioni lievi che guarirebbero anche senza antibiotici o che possono rispondere ad antibiotici di altro tipo e neppure in pazienti che abbiano già avuto reazioni avverse da fluorochinoloni, particolarmente in presenza di fattori predisponenti, quali l’età avanzata, l’insufficienza renale o l’uso contemporaneo di corticosteroidi. I pazienti quindi devono essere messi a conoscenza di questo rischio e della necessità di rivolgersi immediatamente al medico nel caso in cui compaiano improvvisamente dolori toracici o addominali

Ti potrebbe interessare anche:

Cistite, dai sintomi alle cure, ecco tutto quello che devi sapere

I 5 cibi assolutamente da evitare con la cistite

Photo | Thinkstock

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *