Pamela Compagnucci mamma: “Ma è stato un parto complicato”

Pamela Compagnucci è da poco diventata mamma e racconta il difficile momento del parto che ha costretto il suo piccolo a cinque giorni di terapia intensiva...

Vi ricordate della ex corteggiatrice di Uomini e Donne, Pamela Compagnucci? La romana è diventata mamma del piccolo Simone ma in una recente intervista ha raccontato che il parto non è stato per niente semplice, anzi: il bimbo ha dovuto passare i primi cinque giorni di vita in terapia intensiva. Tutto passato per fortuna e adesso la romana si gode le prime settimana da mamma.

In una intervista al settimanale Vero, ecco cosa ha raccontato la ex corteggiatrice di Uomini e Donne:

Simone è nato con un mese di anticipo, e per fortuna aggiungerei! Sono stata ricoverata perché avevo le transaminasi altissime e i medici che lo hanno fatto nascere mi hanno detto che è un bambino miracolato. Aveva un giro di cordone attorno al collo, oltre a un nodo vero e proprio al cordone ombelicale. Se fosse rimasto nella pancia un po’ di più , mio figlio non sarebbe sopravvissuto

Poi Pamela Compagnucci aggiunge:

Dopo sei ore di travaglio i medici hanno deciso di intervenire con la ventosa perché il bambino non riusciva a scendere. Ma ho apito subito che c’era qualcosa che non andava. Il piccolo non piangeva e lo hanno portato subito via, senza nemmeno farmelo vedere. Simone è stato rianimato, perché alla nascita non respirava

Adesso quello della terapia intensiva è solo un brutto ricordo perché il piccolo Simone sta bene e Pamela Compagnucci può adesso tirare un sospiro di sollievo e godersi la sua maternità!

Uomini e Fonne, ti potrebbe interessare anche:

UOMINI E DONNE, PERCHÉ TUTTI ODIANO TARA GABRIELETTO?

UOMINI E DONNE, EUGENIO COLOMBO SOGNA UN SECONDO FIGLIO

Commenti