Banca Popolare di Bari: dentro l’uovo di Pasqua c’è l’ok per il bilancio 2017

Esame superato per la Banca Popolare di Bari, visto che il Cda ha dato l’ok per quanto riguarda il progetto di bilancio relativo al 2017. Durante l’anno scorso, le più importanti linee guida da seguire erano legate inevitabilmente alla risoluzione del nodo della legge di riforma delle banche popolari. Così, l’istituto pugliese si è dovuto concentrare su altri obiettivi, come ad esempio il rafforzamento degli indici patrimoniali. Al tempo stesso, si è cercato di migliorare il più possibile la gestione.

Dal punto di vista dei dati consolidati, sono state numerose le voci che hanno fatto sorridere i vertici della Banca Popolare di Bari. Infatti, l’attivo totale è risultato in aumento del 6,1%: il passaggio è stato dai 13,6 miliardi di euro del termine del 2016 agli attuali 14,4 miliardi. Al tempo stesso, la raccolta totale ha toccato un’importante quota pari a 14,9 miliardi di euro, con una crescita interessante pari al 10,2%. L’elemento diretto è salito a 10,8 miliardi con un aumento pari al 14,7%. Quello indiretto, invece, si attesta intorno ai 4 miliardi di euro, praticamente seguendo le orme del risultato dell’esercizio 2016.

Spulciando gli altri dati, si può notare come gli impieghi netti a clientela siano scesi, ma in modo contenuto: il calo è stato pari al 3,2% attestandosi intorno a 8,9 miliardi di euro. Tra l’altro, negli ultimi mesi dello scorso anno è stata completata un’importante opera di cartolarizzazione di crediti a sofferenza per una somma che si aggira intorno ai 350 milioni di euro lordi. Da tale cessione l’effetto ottenuto è stato importante, ovvero quello di vedere in calo, per la seconda volta in due anni, le posizioni deteriorare, sia nette che lorde.

Infine, il risultato netto consolidato dell’esercizio 2017 è stato pari a 1 milione di euro: una situazione peggiorata rispetto ai 5,2 milioni di euro del 2016. Bisogna mettere in evidenza, però, come si tratti di un dato fortemente influenzato da parte della rettifica di avviamenti per 18,5 milioni di euro.

Commenti