Alcol, consumi in aumento tra giovani e donne

L'Osservatorio Nazionale Alcol dell’ISS lancia un grido di allarme: è in netto aumento il consumo di alcol tra giovani e donne con gravi e immaginabili ripercussione sulla salute.

L’Osservatorio Nazionale Alcol dell’ISS lancia un grido di allarme: è in netto aumento il consumo di alcol tra giovani e donne con gravi e immaginabili ripercussione sulla salute.

Emanuele Scafato, Direttore dell’Osservatorio Nazionale Alcol dell’ISS che ha elabora i dati per la Relazione al Parlamento del Ministro alla Salute appena pubblicata, ha sottolineato il bisogno di una inversione di tendenza:

ALCOL IN GRAVIDANZA, 10 DONNE SU 100 NON CI RINUNCIANO

Sono soprattutto le donne e i giovani, adolescenti e minori a bere fuori pasto. I nuovi modelli del bere proposti dal marketing e dalle mode sostenute negli anni da strategie di mercato sono una realtà ben evidenziata in tutta Europa. L’Italia è oggi sotto l’effetto dell’onda lunga di abitudini di consumo avviate in realtà nord-europee. Tuttavia, grazie a importante campagne di sensibilizzazione, si è già incominciata a verificare tra i giovani la sostituzione di queste abitudini con alternative culturali più salutari e socializzanti ad esempio legate al fitness o al cibo. In Italia il fenomeno del binge drinking ha coinvolto all’incirca l’11 % dei consumatori e poco più del 3 % delle consumatrici con oltre 3.700.000 binge drinkers di età superiore a 11 anni e valori massimi registrati nell’adolescenza e tra i 18-24enni, fascia in cui 1 maschio su 5 e 1 femmina su 10 bevono sino all’intossicazione episodica ricorrente. In Italia il fenomeno del binge drinking ha coinvolto all’incirca l’11 % dei consumatori e poco più del 3 % delle consumatrici con oltre 3.700.000 binge drinkers di età superiore a 11 anni e valori massimi registrati nell’adolescenza e tra i 18-24enni, fascia in cui 1 maschio su 5 e 1 femmina su 10 bevono sino all’intossicazione episodica ricorrente

Photo | Thinckstock

Commenti